COSTRUZIONI IN LEGNO LA NUOVA FRONTIERA ABITATIVA

Per gli Italiani la casa rappresenta una delle tappe fondamentali della propria realizzazione esistenziale e la sua proprietà un sogno che purtroppo non si avvera per tutti. Infatti, se sono tante le persone che, utilizzando i risparmi di una vita, riescono a realizzare una propria dimora o ad acquistarla, sono anche molte quelle costrette ancora a prenderla in affitto. Tuttavia, una nuova frontiera sembra aprirsi per questi ultimi.

Negli ultimi anni si è riscontrata infatti, nel nostro Paese, la crescita delle richieste per la realizzazione di moduli abitativi in legno. Molto più diffusa in altri Stati europei, soprattutto nordici, la cultura delle costruzioni in legno si sta pian piano diffondendo anche in Italia e rappresenta una buona alternativa rispetto alle tradizionali e ben più costose abitazioni in muratura o in cemento armato. Andiamo a scoprire in maniera più dettagliata questa realtà, ancora non molto conosciuta dalla maggioranza delle persone.

I vantaggi di questa soluzione

Premesso che anche questa tipologia di abitazione deve rispettare la normativa antisismica e antincendio, numerosi sono gli elementi positivi che può offrire rispetto ad altri materiali e modalità costruttive. Innanzitutto, la velocità di realizzazione. Infatti, la costruzione di una casa in legno prefabbricato risulta essere più semplice, in quanto i pannelli possono essere facilmente trasportabili e montati, anche grazie a collegamenti meccanici realizzati con piastre d’acciaio, bulloni e chiodi. In base alla metratura ed al progetto, si può ultimare tra i 2 ed i 6 mesi.

Altro vantaggio è il risparmio energetico che questo materiale può offrire. Infatti, il legno è riconosciuto come un considerevole isolante termico ed anche acustico. Di conseguenza, risulta minimo il consumo e la dispersione di calore all’interno della struttura abitativa in inverno, a tutto vantaggio della riduzione delle spese economiche della famiglia che vi abita. Discorso simile anche in estate, in quanto il legno offre anche una notevole frescura interna.

I costi per la loro realizzazione poi sono nettamente inferiori rispetto alle tradizionali abitazioni in muratura. Se per quest’ultima infatti servono tra i 1.800 ed i 2.000 Euro/mq, invece per le strutture in legno le tariffe generalmente partono dai 1.200 Euro/mq inclusi di trasporto, montaggio, fondazione e impiantistica. La cifra complessiva, naturalmente, varia in base al metraggio della casa, al numero di piani previsti e al tipologia di legno prescelta.

Le tecniche costruttive utilizzate

Nel nostro Paese si tende ad usare maggiormente il sistema “a telaio”, in pratica utilizzato in più del 50% delle costruzioni, seguito poi dalla tecnica X-Lam per oltre il 35% ed infine, per meno del 5%, quella definita Blockhaus, tipica dei Paesi nord europei. Ciascuna metodologia possiede caratteristiche peculiari riguardo al comportamento della struttura, agli elementi stilistici ed architettonici e ai fattori costruttivi. Ogni tecnica si adatta maggiormente ad una tipologia di clima o ambiente piuttosto che un’altra.

Il sistema “a telaio”, definito anche come Platform Frame, è costituito da solai e pareti formati da intelaiature di elementi in legno di sezione ridotta, a cui vengono uniti dei pannelli in legno strutturale. Tali solai e pareti, poi, vengono interconnessi tra loro e alle fondazioni attraverso piastre metalliche ed altri elementi, come chiodi e viti. Il tutto è completato dall’inserimento di un isolante all’interno dell’intelaiatura.

La tecnica X-Lam è una metodologia costruttiva che si basa su pannelli di legno massiccio con svariati strati incrociati ed incollati, che formeranno poi i solai e le pareti. Questo genere di pannelli sono considerevolmente rigidi e resistenti e sono connessi tra loro grazie a collegamenti meccanici, il tutto a formare una struttura cosiddetta scatolare. I pannelli utilizzati, comunque, sono già prefabbricati con le loro svariate aperture e vengono poi direttamente montati sul cantiere. Questo rappresenta un sistema davvero versatile e destinato a vari tipi di strutture.

La tecnica Blockhaus si distingue invece per la realizzazione di pareti attraverso la sovrapposizione di tronchi di legno massiccio sagomati alle estremità. E proprio l’incrocio tra tali elementi ne evidenzia il particolare stile architettonico, ma fornisce anche una considerevole stabilità e resistenza alla struttura. Generalmente, questo sistema viene utilizzato per la costruzione di singole abitazioni immerse nel verde oppure di edifici abitativi nei centri montani.

Condividi questo articolo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Ti potrebbe interessare:

BEE CHEF

TORTA AL MIELE

 TORTA AL MIELE Il miele è un ottimo alleato in cucina e per la vostra salute, scopri la ricetta BeeChef  1️⃣ In un pentolino fate

Leggi Tutto »

Accedi

Ricerca immobile